Seguici su Facebook Seguici su Facebook     Lunedì 30 Maggio 2016 | | Oroscopo |
TRENDING TOPICS

Rapinatori seriali di tassisti: tre colpi in 4 giorni, traditi dal tatuaggio a salamandra

COMMENTA
Rapinatori seriali di tassisti: tre colpi in 4 giorni, traditi dal tatuaggio a salamandra

Giovedì 7 Gennaio 2016, 14:12

di Salvatore Garzillo
Erano diventati l'incubo dei tassisti della zona ovest di Milano. Tre rapine in quattro giorni minacciando le vittime con un coltello e un paio di forbici. I carabinieri della compagnia Porta Magenta hanno identificato i due rapinatori grazie a un dettaglio fornito dall'ultimo tassista aggredito mercoledì sera in via Cannizzaro: il tatuaggio di una salamandra sul lato sinistro del collo.
  Gli investigatori ricordavano di averlo già visto e in poche ore sono risaliti a Valerio Mazzarella, romano di 37 anni con molti precedenti per rapina proprio ai danni di tassisti. Era stato scarcerato il 21 dicembre e ora era sottoposto alla sorveglianza speciale che lo obbligava a restare a casa dalle 22 alle 6 del mattino. Per questo compiva le rapine nel tardo pomeriggio, per poter tornare a casa in tempo per un eventuale controllo.  Mazzarella è accusa di tre rapine, due da solo e l'ultima con un complice, l'altro pregiudicato Lorenzo Orlando Impolito, milanese di 24 anni. Mercoledì sera i due sono saliti su un taxi in piazza De Angeli e una volta arrivati in via Cannizzaro (a circa quattro chilometri) hanno estratto un coltello e minacciato il conducente. Gli hanno preso i contanti e l'hanno fatto scendere per perquisirlo. L'uomo è riuscito in qualche modo a scappare e i rapinatori sono stati costretti a fuggire con il taxi per allontanarsi in fretta. I carabinieri li hanno arrestati qualche ora dopo in un palazzo di via Nikolajevka dove Mazzarella viveva e dopo il 3 gennaio scorso ha commesso la prima rapina armato della stessa arma. Il giorno dopo, invece, ha usato un paio di forbici. In tutti i casi si è seduto al posto del passeggero anteriore, accanto al guidatore, nonostante le proteste dei tassisti.  Quando i militari sono entrati nel condominio hanno trovato Mazzarella in cortile (con sé aveva uno dei cellulari rubati) e Impolito con due sacchi di plastica pronti in cui erano contenuti altrettanti giubbotti presi all'ultimo tassista. Voleva sbarazzarsene ma non ha fatto in tempo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


DIVENTA FAN DI LEGGO



0 commenti presenti

PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora.


Se non ricordi lo Username o la Password clicca qui