"Non volevo uccidere Carla, potevo investirla.
Volevo solo sfregiarla perché è molto bella"

​ «Non avevo intenzione di uccidere Carla...dopo averle dato fuoco, non l'ho nemmeno investita nonostante avessi potuto. Avevo intenzione di sfregiare il viso di Carla che è una ragazza molto bella».
Così, Paolo Pietropaolo, 40 anni, ha risposto al pm della Procura della Repubblica di Cassino, nella caserma dei carabinieri di Formia, alla domanda se avesse l'intenzione di uccidere la sua compagna incinta, Carla Ilenia Caiazzo, di 38 anni, ricoverata in gravissime condizioni nell'ospedale Cardarelli di Napoli.

«Quando lei ha dato fuoco a Carla ha pensato al male che avrebbe fatto al bimbo che aveva in grembo?», ha chiesto all'uomo il pm Roberto Bulgarini. «Non avevo intenzione nemmeno di riconoscere la bambina non sentendola mia», ha risposto Pietropaolo che, poco prima, aveva spiegato al magistrato che, per avere un figlio, erano ricorsi all'inseminazione artificiale. «Lei odia Carla?», ha chiesto ancora il pm. «Sì, a volte si fa del male alla persona che non si vuole che tradisca», ha risposto Pietropaolo.

++++FLASH NEWS++++#Pozzuoli. Le terribili parole di Paolo ai pm che lo interrogavano

Pubblicato da Leggo - Il sito ufficiale su Mercoledì 3 febbraio 2016

Mercoledì 3 Febbraio 2016 - Ultimo aggiornamento: 04-02-2016 12:04
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2016-02-04 10:45:02
Un PAZZO. Buttate la chiave, please...
2016-02-03 21:44:41
sei una persona orribile .è una fortuna che non sia tu il padre della bambina.galera a vita!!auguri alla piccolina e alla sua sfortunata mamma.
DALLA HOME