Il nazismo le negò il dottorato nel 1938:
Ingeborg completa gli studi a 102 anni

Il nazismo le negò il dottorato nel 1938:
completa gli studi a 102 anni -Foto

BERLINO - Ha aspettato quasi 80 anni, ma alla fine è riuscita a prendere il dottorato in medicina, divenendo la persona più anziana ad aver raggiunto il traguardo, alla faccia di Hitler. Ingeborg Syllm-Rapoport, oggi 102enne, aveva finito di compilare la sua tesi sulla difterite nel 1938, quando aveva 25 anni. Ma il titolo a lei, di origine ebraica, fu negato a causa delle leggi razziali decise dal regime nazista di Hitler.



Le leggi dell'epoca impedivano che una donna, sebbene protestante, nata però da una madre ebrea, si sedesse davanti alla commissione per discutere la tesi. Syllm-Rapoport emigrò poi negli Stati Uniti, dove lavorò negli ospedali di Brooklyn, Baltimora e Ohio. Infine è diventata un'importante professoressa di neonatologia in Germania est.
Martedì 9 Giugno 2015 - Ultimo aggiornamento: 20:31
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME