Seguici su Facebook Seguici su Facebook     Martedì 30 Agosto 2016 | | Oroscopo |
TRENDING TOPICS

Aereo abbattuto, consegnate ​le scatole nere:
"Pensavamo di aver colpito un jet ucraino"

FOTO | COMMENTA
Aereo abbattuto, consegnate ​le scatole nere:
"Pensavamo di aver colpito un jet ucraino"
I resti del MH17

Martedì 22 Luglio 2014, 07:57

ROMA - I ribelli ucraini filorussi della Repubblica Popolare di Donetsk hanno prima disposto una tregua momentanea dei combattimenti e poi hanno consegnato le scatole nere dell'aereo della Malaysia precipitato agli esperti incaricati di analizzarl dalle autoritŗ di Kuala Lumpur.     ¬ęAbbiamo deciso di consegnare le scatole nere nelle mani degli esperti malesi¬Ľ, ha dichiarato stanotte il primo ministro dell'autoproclamata Repubblica popolare di Donetsk (Dnr), Alexander Borodai. I separatisti hanno quindi mostrato ai giornalisti due oggetti di color rosso-arancio, simili a dei registratori di volo. Gli esperti malesi hanno firmato un protocollo con i responsabili della Dnr. ¬ęA nome del governo malese ringraziamo la Repubblica di Dontesk di averci riconsegnato le due scatole nere, che sono di propriet√† della Malesia. Vedo che sono praticamente intatte¬Ľ, ha detto uno degli esperti malesi.        I FILORUSSI ¬ęAbbiamo colpito un aereo di Kiev, ci hanno detto i nostri capi: pensavamo di affrontare i piloti ucraini atterrati con il paracadute e ci siamo imbattuti nei cadaveri dei civili¬Ľ. Comincia cos√¨ la testimonianza di un miliziano filorusso al Corriere della Sera a Torez, la localit√† ucraina in cui si √® schiantato l'aereo della Malaysia airlines, che rilancia le responsabilit√† dei separatisti per la tragedia. Dell'uomo, il quotidiano scrive che fa parte della brigata Oplot (roccaforte), non pubblica il nome, ma la sua fotografia. Gli altri miliziani presenti alla stazione di Ternez, citati dal Corriere, raccontano invece la versione ufficiale dei filorussi, e cio√® che l'abbattimento non √® opera loro, che non hanno missili per abbattere un aereo a quell'altezza e che probabilmente il responsabile √® un aereo di Kiev. Il miliziano afferma che gioved√¨ i comandanti hanno ordinato a lui e ai suoi compagni di salire su camion con armi e munizioni poco dopo un grosso scoppio nel cielo. ¬ęAbbiamo colpito un aereo dei fascisti di Kiev, ci hanno detto¬Ľ, aggiungendo di fare attenzione per la possibile presenza di soldati che si sarebbero paracadutati. Arrivato sul posto ha visto un brandelli di tela e ha trovato il corpo di una bambina. ¬ę√ą stato terribile¬Ľ racconta.    IL TRENO CON I CORPI Il treno che trasporta i corpi delle vittime dello schianto del Boeing 777 della Malaysia airlines √® arrivato a Kharkiv, la citt√† ucraina fuori dalla zona controllata dai separatisti filorussi. Lo riferisce la Bbc sul suo sito.    MALAYSIA, ROTTE DEVIATE SULLA SIRIA La Malaysia Airlines ha deviato un suo volo sui cieli della Siria per evitare di attraversare lo spazio aereo ucraino, dopo il presunto abbattimento di un suo velivolo in quell'aerea. Lo rende noto la compagnia aerea, sottolineando che la rotta adottata √® conforme alla regolamentazione internazionale. Il volo MH4 da Londra a Kuala Lumpur ha percorso un tragitto approvato dall'Organizzazione internazionale dell'aviazione civile (Icao), afferma la Malaysia Airlines in un comunicato pubblicato ieri sera. ¬ęLo spazio aereo siriano non √® soggetto a restrizioni. Per tutta la sua rotta L'MH004 √® stato in uno spazio aereo approvato dall'Icao¬Ľ, aggiunge. La Siria √® tuttora un paese devastato dalla guerra civile. Gli Airbus A380 che assicurano i collegamenti tra Londra e Kuala Lumpur abitualmente sorvolano la Turchia, secondo il sito di consultazione in tempo reale del traffico aereo Flightradar24: ¬ęIn base ai nostri dati, l'MH4 √® stato il solo volo transcontinentale a sorvolare la Siria¬Ľ, afferma.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


DIVENTA FAN DI LEGGO



0 commenti presenti

PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora.


Se non ricordi lo Username o la Password clicca qui